photo Wengenn in Wonderland

Published on gennaio 23rd, 2014 | by Matteo Davide

0

Wengenn in wonderland

Quando i bambini dormono, fanno anche loro dei sogni come tutti noi oppure semplicemente si riposano? Queenie Liao prova a dare una risposta a questa domanda con un progetto fotografico dal titolo: Wengenn in wonderland.

Wengenn, figlio dell’artista Queenie Lao, è l’inconsapevole modello di una serie di fotografie, nonché protagonista indiscusso della fantasia immaginifica della fotografa cinese. Queenie immortala il proprio figlio durante i suoi riposini, costruendo attorno a lui una vera e propria architettura dei sogni, che sfocia in un mondo fiabesco e colorato, pieno di spunti e ambientazioni fantastiche.

I sogni diventano quindi la rappresentazione dell’immaginazione di un altro, la madre in questo caso, e sicuramente Wengenn non li dimenticherà così facilmente.

Wengenn in Wonderland Wengenn in Wonderland Wengenn in Wonderland Wengenn in Wonderland

View more

 

.

[photo_cult_6#155]

.






.


About the Author

Matteo Davide

Matteo Davide è attore, regista e drammaturgo. Laureato in Letterature Moderne presso l’Università La Sapienza di Roma. Si forma con Luca Pizzurro, partecipa poi a diversi seminari e stage sul lavoro dell’attore e la scrittura scenica con registi e autori quali Pippo Delbono, Armando Punzo, Fabrizio Arcuri, Ascanio Celestini, Giancarlo Sepe e Giuseppe Argirò. Come attore lavora con le compagnie “Semintesta_Teatro” e “OlivieriRavelli_Teatro”. Ha lavorato nella fiction televisiva “Baciati dall’amore” di C. Norza e nella web serie “Next stop”di R. Maggi e D. Vittori, regia di Paolo Modugno (premio visual effect Los Angeles Web Film Festival 2013, selezione Roma Fiction Fest 2012). Scrive e dirige gli spettacoli “The John Fante Experience”, “Occhio pigro. Voglia di show” selezione Argot Off 2012, “Traffico” spettacolo semifinalista al premio Scenario 2009, “Per mia grandissima colpa”. Dal 2005 fa parte della direzione artistica del Festival Frammenti e del Festival Frammenti Teatro. Sempre dal 2005 lavora presso l’associazione culturale Semintesta in qualità di organizzatore eventi e responsabile della comunicazione. Ultimamente, insieme ad altri soci della Cantina Biasta è impegnato nella produzione del vino “Generoso” realizzato secondo un metodo artigianale che rispetti il processo naturale del vino. Ogni tanto, ma con poca frequenza, prova a cucinare il pane fatto in casa. Tifa Napoli senza remore e senza limiti e quando può ascolta a volume indecente i Clash e gli Smiths.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑