music club to club

Published on novembre 4th, 2015 | by improvearts

0

Saluti da Club To Club

Guida Completa al #C2C15

Proprio in queste ore sta iniziando #C2C15, la quindicesima edizione di Club To Club, il più importante Festival di musica e arte elettronica in Italia, alla costante ricerca del punto d’incontro perfetto fra avanguardia e pop.

Club To Club celebra il suo XV anniversario con un’edizione (già sold out da molto tempo, tranne il sabato) che si preannuncia esaltante, dal 4 all’8 novembre, a Torino durante la ContemporaryArt Week: quasi 100 gli artisti presenti al festival, provenienti da 10 paesi del mondo (Regno Unito, Stati Uniti, Danimarca, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Cile, Siria, Norvegia); 15 le esclusive nazionali e 10 le prime italiane in programma, che coinvolgeranno 25 differenti location del capoluogo piemontese.

Una lineup ricchissima, impreziosita da un artista straordinario, protagonista indiscusso della scena musicale a livello globale: Thom Yorke (cantante e fondatore dei Radiohead) si esibirà dal vivo il 6 novembre nella sua unica data italiana. Il carismatico musicista britannico presenterà in esclusiva per l’Italia, a Club To Club, il materiale del suo ultimo album solista Tomorrow’s Modern Boxes insieme al produttore e collaboratore Nigel Godrich coadiuvato dai visual di Tarik Barri.

.

Il Festival nato negli anni ’00 come circuito di club uniti nel corso di una notte da un solo biglietto, è cresciuto in questi quindici anni fino a diventare una cinque giorni di spettacoli no-stop di alcuni degli artisti più acclamati e visionari al mondo, che si snodano all’interno di location uniche della città più elegante e regale d’Italia. Un evento unico, che richiama un folto pubblico da tutto il mondo (oltre 40.000 le presenze previste quest’anno).

Dagli spazi del Salone dei Concerti del Conservatorio, famoso per l’impeccabile qualità della sua acustica (mercoledì 4 novembre per Apparat), al prestigioso Teatro Carignanoil più spettacolare teatro barocco in Italia (giovedì 5 novembre con Floating Points), dai nuovi e ampi spazi a disposizione nei padiglioni post-industriali del Lingotto Fiere (con oltre venti act) al quartiere di San Salvario, centro nevralgico della nuova creatività torinese, all’AC Hotel Lingotto, headquarter e cuore pulsante della manifestazione. “Nel corso di 15 edizioni di Club To Club abbiamo sempre cercato di rappresentare al meglio le evoluzioni più sorprendenti e avventurose del panorama musicale e artistico contemporaneo” scrive il direttore artistico Sergio Ricciardone, cofondatore del festival insieme a Roberto Spallacci e Giorgio Valletta. “Club To Club continua a raccontare questi cambiamenti con l’autorevolezza del più longevo festival di nuovi suoni in Italia: le costanti sono l’attitudine al connubio fra pop e avanguardia, perfettamente incarnata quest’anno da Thom Yorke e lo scorso anno dal maestro Franco Battiato, e Torino, la città le cui tre anime indissolubili – regale, industriale e contemporanea – sono rappresentate dallo spirito del festival”.

club to club

A partire da Thom Yorke, vero fuoriclasse della musica di questi anni, il programma della quindicesima edizione di Club To Club è come sempre costruito con grande attenzione alle realtà più significative della musica indipendente e del pop (Jamie XXNicolas Jaar, Four Tet, Todd Terje), ai grandi artisti della sperimentazione (Jeff MillsBattles, Apparat, Oneothrix Point Never, Carter Tutti Void, Andy Stott, Holly Herndon) e agli alfieri della dance interpretata con originalità (Floating Points, Powell). Un festival che si caratterizza quest’anno per l’apertura particolare dedicata alle nuove frontiere sonore dal mondo (Omar Souleyman, QT, Sophie, DJ Nigga Fox), senza mai dimenticare la creatività italiana con i protagonisti più interessanti della Italian New Wave (Vaghe StelleLorenzo Senni, Ninos du Brasil, Furtherset, Not Waving, Bienoise ed il sempre più apprezzato Mørkeblå) – a conferma di quella vocazione allo scouting insita nello spirito di Club To Club fin dai suoi esordi.

GLI ARTISTI DI #C2C15

Thom Yorke: un fuoriclasse della musica di questi anni. Fra i nomi più importanti nella line-up dell’edizione 2015 di Club To Club spicca quello di Thom Yorke. Il frontman dei Radiohead presenterà un live incentrato sul suo più recente album Tomorrow’s Modern Boxes, in esclusiva italiana dopo le apparizioni al festival inglese Latitude e a Tokyo nello scorso agosto. Oltre ad aver firmato insieme ai Radiohead dischi epocali come OK Computer e Kid A – che nel 2000 spiazzò molti grazie alla svolta sonora elettronica e sperimentale – Yorke ha riscosso unanimi consensi di critica e pubblico con il suo primo lavoro in proprio The Eraser, ha collaborato con artisti come Björk, Flying Lotus e PJ Harvey, e si è successivamente speso nel progetto Atoms For Peace insieme a musicisti come il fido produttore Nigel Godrich e Flea (dei Red Hot Chili Peppers).

Attivista per i diritti umani e ambientalista, Yorke ha frequentemente criticato le consuetudini dell’industria musicale, ed è stato pioniere di modalità alternative per la fruizione della musica, come la formula “Pay what you want” (sperimentata con successo in occasione dell’album del 2007 dei Radiohead, ‘In Rainbows’) o la piattaforma BitTorrent, attraverso cui ‘Tomorrow’s Modern Boxes’ è stato distribuito nel formato digitale. Indipendenza e personalità pop.

Thom-Yorke-club-to-club

Ph: Sean Evans @deadskinboy

Ciascuno degli artisti annunciati per l’edizione 2015 di Club To Club esprime forte indipendenza e personalità. Sono queste le caratteristiche che rendono unico ma seguitissimo il percorso di Jamie xx – il 24enne londinese che dopo aver forgiato il suono rivoluzionario di una band come The xx, ora è approdato al primo album solista con l’acclamato e caleidoscopico In Colour – e che hanno portato in pochi anni a una notevole popolarità Nicolas Jaar, newyorkese di origine cilena che ha sviluppato con determinazione un’identità sonora estranea a ogni definizione di genere, proprio come quel talento torinese sempre più inserito nel panorama internazionale che risponde al nome di Vaghe Stelle, il cui ultimo mini-album Abstract Speed + Sound è uscito proprio per la Other People, etichetta fondata dallo stesso Jaar. E’ proverbiale la poliedricità di Kieran Hebden, l’artista meglio noto come Four Tet che, sulla scia di collaborazioni come quelle con Thom Yorke e Burial, ha appena pubblicato un nuovo lavoro estremamente suggestivo, l’album Morning/Evening composto da due suite di 20 minuti. Ed è ormai fuori discussione la bravura di Todd Terje, produttore norvegese inizialmente emerso nell’ondata della nuova “cosmic-disco” ma che con l’acclamato debutto sulla lunga distanza It’s Album Time ha convinto anche i più scettici grazie alla sua fantasiosa musicalità.

Grandi artisti + sperimentazione

Tornano a Club To Club Apparat, musicista onirico e fortemente simbolico della Berlino più creativa e distante dalle banalità, che in quest’occasione presenterà Soundtracks liveun concerto che ripercorre la sua produzione per cinema e teatro fra cui quella per Il Giovane Favoloso di Mario Martone, e Jeff Mills, artista che con il suo inossidabile e geniale groove alieno ha contribuito in maniera decisiva alla fama internazionale della Detroit techno. La quindicesima edizione del festival sarà l’occasione per vivere la nuova performance dal vivo di un musicista ipnotico e concettuale, in bilico fra sperimentazione e accessibilità, come lo statunitense Oneohtrix Point Never, che presenterà in anteprima il nuovo disco Garden Of Delete, e la nuova configurazione live dello show dell’inglese Andy Stott, che ha impresso una svolta al proprio stile con il recente album Faith In Strangers

Ci sarà spazio sia per un’intellettuale della sperimentazione quale la compositrice e sound artist americana Holly Herndon, recentemente approdata alla prestigiosa 4AD con il nuovo album Platform, che per Carter Tutti Void, il progetto transgenerazionale che vede collaborare Chris Carter e Cosey Fanni Tutti dei leggendari Throbbing Gristle, pionieri del suono industrial, con Nik Void dei Factory Floor, come nel nuovo album f (x).

Rientrano sulle scene i Battles, trasversale band di casa Warp imperdibile dal vivo che presenterà il materiale del nuovo La Di Da Di, e saranno nel programma due artisti visionari come Kode9, dj, produttore e fondatore della Hyperdub che pubblicherà proprio il 6 novembre l’album Nothing, e Shackleton, produttore cult che si è smarcato dal magma dubstep per forgiare uno stile inconfondibile che gli ha fatto guadagnare un fedelissimo seguito.

E’ indefinibile quanto ricco di riferimenti, soprattutto a un immaginario profondamente fantascientifico, il suono di Kuedo, mentre non può che esser definita estrema l’elettronica rumorista prodotta dall’artista multimediale newyorkese Dominick Fernow sotto lo pseudonimo di Prurient.

Nato nel Texas ma ora residente a Berlino, Lotic è fra le più interessanti promesse del suono elettronico più sperimentale e apocalittico, come ha notato Bjork nell’affidargli il remix di un suo brano. Inoltre si aggiungono il progetto Continuum, concepito da Sofia Mattioli e Rebecca Salvadori e intento ad esplorare la relazione fra musica e silenzio, il dj set firmato LSWHR (cioè Altrove), collettivo protagonista della club culture romana odierna e nato da un progetto audiovisivo di sperimentazione a teatro, e la presenza del Soundwalk Collective, progetto artistico di base fra New York e Berlino e che si è fatto conoscere per installazioni e performance davvero uniche, come Underground, nata dall’elaborazione dei suoni prodotti dalla struttura del club berlinese Berghain.

Nuove frontiere sonore dal mondo.

Club To Club ospita la performance di Omar Souleyman, musicista siriano che ha portato la dabka a una platea internazionale, oltre ad aver inanellato importanti collaborazioni (Four Tet e Gilles Peterson sono fra gli ospiti del nuovo album ‘Bahdeni Nami’). E’ invece nato in Angola e risiede in Portogallo DJ Nigga Fox, il cui suono scuro e tribale attinge a forme come funaná, kizomba, tarrachinha e kuduro. Influenzato dal J-pop nella sua provocatoria e coloratissima estetica accelerazionista è il suono della newyorkese QTnome di punta delle etichette PC Music e XL e già protagonista di una collaborazione con l’altrettanto promettente Sophie, personaggio capace di spaziare fra le uscite per marchi sotterranei come Numbers e la co-produzione di un brano per l’ultimo album di Madonna. E’ ugualmente irriverente ma anche universale e travolgente l’approccio dei Ninos du Brasil, fra le più brillanti realtà d’esportazione della scena italiana.

E nella nuova edizione del festival naturalmente trova posto il suono più innovativo e fresco della Londra odierna, rappresentato ad esempio dal progetto che unisce Mumdance, produttore che interpreta in modo eclettico lo stile grime, all’MC 18enne Novelist e alla sua crew The Square. Lo stesso Mumdance è parte di The Sprawl, nuova collaborazione che coinvolge anche l’italiano Shapednoise e il londinese Logos nel miscelare noise, drone e techno. E dalla peculiare interpretazione dell’estetica grime che offre il texano Rabit, che dopo un remix per Bjork pubblica per la Tri Angle l’album Communion, si passa all’approccio universale, fra r&b, electro-pop e suggestioni mediorientali dettate dalle origini iraniane della quotatissima TALA.

Dance e originalità.

Il mancuniano Sam Shepherd in arte Floating Points, protagonista ormai consolidato della musica dance innovativa di qualità, presenterà il suo nuovo show con una live band nella splendida cornice del Teatro Carignano, alla vigilia dell’uscita dell’album di debutto Elaenia. Sono altrettanto versatili e irresistibili i groove proposti dal newyorkese Anthony Naples, fra i nomi nuovi più interessanti nel panorama internazionale della musica da club di questi ultimi anni, ed è sempre sinonimo di qualità il suono proposto dal collettivo olandese Dekmantel Soundsystem, a cui si aggiunge nel cartellone di questa edizione il beatmaker connazionale FilosofischeStilte. Capace di combinare attitudine post-punk, techno e sperimentazione, l’inglese Powell è fra gli artisti più originali nel panorama della musica da club odierna, come testimonia il clamore suscitato dal suo nuovo singolo Insomniac, che campiona i Big Black del leggendario Steve Albini.

Dopo l’esperienza nei Late Of The Pier, l’inglese La Priest presenterà il proprio eclettico album di debutto Inji, che gli è valso prestigiosi paragoni con artisti geniali come Arthur Russell e David Byrne. E’ altrettanto promettente il polistrumentista e cantante londinese Jack Garratt, le cui ballate elettroniche ed emotive sono destinate a conquistare un vasto pubblico. Inoltre è ampio il ventaglio stilistico – fra techno, electro ed acid – entro il quale si muove nei dj set il quartetto femminile danese Apeiron Crew.

The Italian New Wave: suoni fuori dagli stereotipi.

Sono numerosi nel programma di questa edizione gli artisti che aderiscono al progetto The Italian New Wave, il format di Club To Club Festival che promuove la nuova creatività musicale italiana nel mondo attraverso showcase ed iniziative uniche. Ad esempio Lorenzo Senni, la cui interpretazione sperimentale ma accessibile della musica elettronica ha ormai conquistato forti attenzioni internazionali, oppure il suono emotivo di Furtherset, ventenne perugino che ha appena pubblicato il terzo album No Logic No Death, o ancora la cifra stilistica fuori dallo spazio e dal tempo di Not Waving, produttore di casa a Londra affascinato dall’estetica analogica e dal rumore. Oltre al sopracitato Vaghe Stelle, saranno della partita anche gli Stump Valley, il cui misterioso e affascinante eclettismo stilistico ha conquistato anche un’etichetta prestigiosa come l’olandese Rush Hour, il sensibile ed ispirato talento di Bienoise, reduce dalla pubblicazione dell’acclamato Small Hopes Of Common People, e il collettivo dell’etichetta Gang Of Ducks che proporrà il proprio suono, tipicamente indefinibile, con il suo Soundsystem.

Infine, fra gli artisti italiani che saranno di scena, sono da citare anche i Simbiosi, duo intento ad esplorazioni fra techno, hardcore e suoni astratti come nell’album Elements appena pubblicato su Werkdisdcs/Ninja Tune, i Demonology, nuovo progetto di Max Casacci e Ninja, cioè le anime ritmiche e sonore del lato più sotterraneo e pulsante dei Subsonica, Stenny, artista torinese che è approdato alla label bavarese Ilian Tape con la sua techno analogica, e il dj set di Giorgio Valletta a rappresentare il Club To Club Soundsystem, senza dimenticare l’ultimo nome annunciato del festival, the last but not the least, l’interessantissimo Mørkeblå.

I PROGETTI SPECIALI DI #C2C15

AbsolutSymposium con Club To Club.

Club To Club celebra la sua XV edizione rinnovando la partnership con Absolut, che quest’anno conferma insieme al festival un innovativo format di grande successo: il Symposium, è un progetto nato nel 2014 che attualizza il tema del Simposio classico rendendolo luogo di incontro e conoscenza in chiave contemporanea; il progetto trasforma un intero Hotel, l’AC Hotel di Torino in via Bisalta 11 al Lingotto, nel vero headquarter della manifestazione, un dietro le quinte attivo per quattro giorni e quattro notti, con una programmazione capace di coinvolgere un pubblico trasversale composto non solo da giovani appassionati di musica attenti alla creatività e all’innovazione, ma anche da addetti ai lavori, professionisti, imprenditori di aziende consolidate e di start up e personalità professionali di spicco del panorama artistico internazionale, industrie creative con attività ad ingresso gratuito.

Il Symposium ospiterà un ciclo di incontri con realtà chiave del panorama culturale europeo (Creative Industries case studies), sessioni di ascolto e incontro con gli artisti (Listening Sessions e Artist Talk), ma anche performance, installazioni, un workshop sulla comunicazione visiva del festival, proiezioni e ovviamente tantissima musica (con i live di Dekmantel Soundsystem, LSWHR, Soundwalk Collective).

Molti ospiti del festival, dagli artisti ai giornalisti, agli opinion leader, alloggeranno nella moderna struttura alberghiera che diventerà casa esclusiva di #C2C15, area dedicata ai professional, cuore pulsante attivo 24 ore su 24 e luogo strategico all’interno dell’area del Lingotto.

club-to-club-symposium

.

Carlsberg Dans Salvario

Prosegue e si rafforza in questo 2015 anche la partnership fra Club To Club e Carlsberg con Carlsberg Dans Salvario (probably the best block party in the world), una grande festa urbana che si svolgerà domenica 8 novembre nel quartiere di San Salvario, dalle 11 alle 24, con un focus particolare dedicato alla Danimarca, terra d’origine del brand Carlsberg: San Salvario verrà animato da dj set e live elettronici (tra gli altri Kode9 e Nigga Fox), ballo popolare, una milonga di tango, letture di fiabe, speech di architetti e designer, brunch ed aperitivi seguiti da chef danesi, workshop, la Torino di Lego, il tutto realizzato con la partecipazione di tutte le attività commerciali e culturali del quartiere, invitate a tenere aperte al pubblicoi propri locali. Il fulcro delle attività sarà anche quest’anno Piazza Madama Cristina, con una edizione speciale di San Salvario Emporium. La stessa piazza ospiterà anche il main stage di Dans Salvario, con importanti dj set, tra cui anche le Apeiron Crew (collettivo di ragazze dj che anima le feste di Copenaghen), una sezione di street food ed uno spazio dedicato all’iniziativa Pimp My Bike, realizzata con la community cittadina Bike Pride in collaborazione con Visit Denmark e Tiger. Inoltre nella stessa giornata si terrà, presso il Lombroso 16, l’incontro tra le due prossime capitali per la cultura, Aarhrus2017 e Matera2019. L’incontro, che verterà su design urbano e sostenibilità, prevede anche l’intervento di Martin Thim (Worldperfect) e Paolo Verri (Direttore Matera 2019).

club-to-club-San-Salvario

.

The Italian New Wave con Red Bull Music Academy.

The Italian New Wave, il format di Club To Club che promuove la nuova creatività musicale italiana nel mondo attraverso showcase ed iniziative uniche, è il focus con il quale il festival conferma la consolidata collaborazione con Red Bull Music Academyun’istituzione in ambito musicale che è sinonimo di eccellenza per la formazione e lo scouting di artisti internazionali. ITNW sarà presente a Torino all’interno di #C2C15 il 6 e 7 novembre sul prestigioso palco Red Bull Music Academy (il primo in Italia dal 2012) della Sala Gialla del Lingotto, uno stage inedito (UDITE! UDITE!)  che prenderà il posto della Sala Rossa: un palco più grande e più ricco, realizzato insieme all’Academy. A #C2C15 sul Red Bull Music Academy stage per ITNW ci saranno Furtherset (artista selezionato per l’Italia all’Academy 2015), The Sprawl (ovvero il debutto in esclusiva nazionale del progetto che coinvolge Mumdance, Logos e l’italiano Shapednoise), Not Waving e Powell (protagonisti di set solisti e per l’occasione al debutto con una collaborazione inedita), i Ninos Du Brasil di Nico Vascellari e il Soundystem dell’etichetta di culto Gang Of Ducks. Insieme a loro sul palco dell’Academy si avvicenderanno una serie di ospiti internazionali d’eccezione: Anthony Naples, Kuedo, Omar Souleyman, Prurient, Tala (debutto in esclusiva) venerdì 6, Jack Garratt, La Priest (debutto in esclusiva), Lotic (esclusiva) e Rabit sabato 7.

lingotto-ctorino-club-to-club

.

A Great Symphony For Torino con British Council.

Altra importante conferma a #C2C15 sarà la terza edizione di A Great Symphony For Torino, un progetto inedito realizzato con British Council, in cui giovani producer italiani e internazionali coordinati da un tutor d’eccezione, Kode9, compongono una colonna sonora in realtà aumentata per i luoghi simbolo della città. Il progetto è stato presentato sabato 31 ottobre in concomitanza con Luci d’Artista: con XIII e Bienoise a sonorizzare la parata d’inaugurazione, che ha toccato i totem di Piazza San Carlo, Piazza Castello e Piazza Palazzo di Città, dalle 19.30 alle 21.20.

Sarà possibile ascoltare le tracce della colonna sonora fotografando il QR presente sui totem disposti nelle varie zone della città, o visitando il sito ufficiale agreatsymphony.netmolte delle tracce sono dedicate a location che vedono la presenza delle Luci D’Artista, con un totem collocato in prossimità delle Luci stesse; la fruizione della sinfonia tramite il codice QR è stata estesa a tutta la durata del festival Luci d’Artista (dal 1 novembre 2015 a gennaio 2016). Quattro i nuovi musical spot distribuiti nella mappa cittadina (Piazza Madama Cristina, Campus Einaudi, Piazza Bodoni, Piazza San Carlo), che vedranno protagonisti i lavori curati da Kode9, Dave Saved, Jiin (vincitrice sudcoreana del contest legato al progetto nel 2014) e IED Milano Sound Design.

symposium-club-to-club

.

Torino Incontra Berlino

Diverse iniziative del festival fanno parte quest’anno del programma ‘Torino Incontra Berlino’, un progetto culturale della Città di Torino, realizzato da Fondazione per la Cultura Torino che ha come main sponsor Italdesign Giugiaro: il concerto di Apparat mercoledì 4 novembre, gli artist talk curati da Max Dax all’interno di Absolut Symposium venerdì 6 (dedicati al rapporto tra la musica elettronica e il panorama artistico della capitale tedesca, tra gli ospiti Hans-Ulrich Obrist e Heiko Hoffman) e la presenza di Soundwalk Collective, collettivo artistico di base tra Berlino e New York che presenterà un innovativo progetto sonoro dedicato al leggendario club berlinese Berghain.

Club To Club e Omar Souleyman insieme per Medici Senza Frontiere

Dal 2013 Omar Souleyman, rivelazione della musica siriana e mediorientale, protagonista della serata di venerdì 6 novembre al Lingotto, si adopera per fornire aiuto e sostegno ai profughi che provengono dal suo paese, come lui in fuga (Souleyman era un prolifico cantante popolare nella sua terra prima dell’avvento della guerra civile nel 2011), destinando alle associazioni che li assistono parte dei suoi proventi di artista attraverso il progetto Our Heart Aches For Syria. Club To Club ha deciso quest’anno insieme a Souleyman di sostenere la campagna, chiedendo una sottoscrizione di 5 euro a tutti gli accreditati al festival che verrà devoluta interamente a Medici Senza Frontiere.

Noi di Improvearts si va, partiam or ora, voi che fate? Avete comprato per tempo i vostri biglietti d’ingresso o siete rimasti fregati e vi perderete tutto questo ben-di-dio?!

club to club timetable

.

PROGRAMMA COMPLETO & TIMETABLE #C2C15

Mercoledì 4 Novembre

CONSERVATORIO GIUSEPPE VERDI

22:30 APPARAT Soundtracks Live (DE)

HOTEL AC TORINO – ABSOLUTSYMPOSIUM con Club To Club

23:00 BIENOISE (IT)

00:00 CARLO PASTORE (IT)

.

Giovedì 5 Novembre

HOTEL AC TORINO – ABSOLUTSYMPOSIUM con Club To Club

18:00 CONTINUUM (IT)

18:30 SIMBIOSI (IT – live)

19:30 LSWHR dj’s (IT)

21:30 DEMONOLOGY (IT – live)

TEATRO CARIGNANO

23:59 FLOATING POINTS (UK – live – Italian debut exclusive)

LINGOTTO FIERE

23:30 LSWHR dj’s (IT)

01:30 SOPHIE + QT (UK – live – Italian debut exclusive)

02:30 MUMDANCE + THE NOVELIST (UK – live – Italian debut exclusive)

.

Venerdì 6 Novembre

STAZIONE METRO LINGOTTO

19:00 De Niro

HOTEL AC TORINO – ABSOLUTSYMPOSIUM con Club To Club

19:30 SOUNDWALK COLLECTIVE (US/DE – live)

20:30 STENNY (IT – live)

LINGOTTO FIERE – Field Day Stage (Padiglione 1)

20:30 HOLLY HERNDON (US – live)

21:30 CARTER TUTTI VOID (UK – live – Italian debut exclusive)

22:45 BATTLES (US – live – Italian exclusive)

00:00 FOUR TET (UK – live – Italian exclusive)

01:30 THOM YORKE – TOMORROW’S MODERN BOXES (UK – Italian exclusive)

03:30 JAMIE XX (UK – Italian exclusive)

05:00 LORENZO SENNI (IT – live)

LINGOTTO FIERE – Red Bull Music Academy Stage (Sala Gialla)

21:30 GANG OF DUCKS SOUNDSYSTEM (IT/DE)

22:30 TALA (UK – live – Italian debut exclusive)

23:30 OMAR SOULEYMAN (SY – live)

00:30 NINOS DU BRASIL (IT – live)

01:30 ANTHONY NAPLES (US)

02:30 TODD TERJE (NO – live)

03:30 KUEDO (UK)

04:30 PRURIENT (US – live)

.

Sabato 7 Novembre

CONGRESSO DEI DISEGNATORI c/o Toolbox – Fluo Night

18:00 GANG OF DUCKS SOUNDSYSTEM

20:00 LOGOS

STAZIONE METRO LINGOTTO

19:00 DISCOFORGIA

HOTEL AC TORINO – ABSOLUTSYMPOSIUM con Club To Club

18:15 FILOSOFISCHESTILTE (NL)

19:00 DEKMANTEL SOUNDSYSTEM (NL)

21:00 STUMP VALLEY (IT/DE)

04:00 MORKEBLA (IT)

LINGOTTO FIERE – XV Anniversary Stage (Padiglione 1)

20:30 GIORGIO VALLETTA (IT)

22:00 VAGHE STELLE (IT)

23:00 ONEOHTRIX POINT NEVER (US – live – Italian exclusive)

00:00 ANDY STOTT (UK – live)

01:00 NICOLAS JAAR (US/CL – dj)

03:00 JEFF MILLS (US)

05:00 SHACKLETON (UK – live)

LINGOTTO FIERE – Red Bull Music Academy Stage (Sala Gialla)

21:30 FURTHERSET (IT – live)

22:30 JACK GARRATT (UK – live)

23:30 LA PRIEST (UK – live – Italian debut exclusive)

00:30 RABIT (US – live)

01:30 LOTIC (US – Italian exclusive)

02:30 THE SPRAWL (MUMDANCE + LOGOS + SHAPEDNOISE) (UK/IT – live – Italian debut exclusive)

03:30 POWELL (UK – live)+ NOT WAVING (IT – live)

.

Domenica 8 Novembre

SAN SALVARIO – DANS SALVARIO

17:00 NIGGA FOX (PT – dj)

19:00 KODE9 (UK)

21:00 APEIRON CREW (DK)

ASTORIA

21:00 SHAPEDNOISE

22:30 LUCA BALDINI DRAMA SOCIETY

23:30 CLUB TO CLUB SOUNDSYSTEM

.

VENUES

ABSOLUTSYMPOSYIUM – AC HOTEL Torino, Via Bisalta 11

ASTORIA – Via Berthollet 13

CONSERVATORIO “Giuseppe Verdi” – Via Mazzini 11

CONGRESSO DEI DISEGNATORI – Via Egeo 18

LINGOTTO PADIGLIONE 1 – Via Nizza 294

LINGOTTO RBMA Stage – Via Nizza 294

LINGOTTO – Via Nizza 294

PIAZZA MADAMA CRISTINA – Piazza Madama Cristina

STAZIONE METRO LINGOTTO – Via Nizza 294

TEATRO CARIGNANO – Piazza Carignano 6

.

WEBSITE: clubtoclub.it

.






.


About the Author

improvearts

Redazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑