People

Questo è il nostro staff, improvearts people. Tanti giovani pieni di idee che vogliono condividere le loro vite, le loro esperienze ed i propri punti di vista. Tutti riuniti in un unico movimento, quello dei pensatori di improvearts. Se vuoi unirti al nostro thinkers’corner scrivici raccontando chi sei.

improvearts people is our staff. It is composed of many young adults willing to share their lives, experiences and opinions throughout Improvearts movement. Join our thinkers’ corner.

arrow

Alberto Guerrini

close

info:

Pigro On Sofa.Dj /art director /bloggerBergamo, classe 1985Nell’ultimo anno ho aperto e condiviso la consolle con: Brian Eno, The Bug, Venetian Snares, Luke Vibert, Joy Orbison, Rustie, Machinedrum, Kid606, Gilles Peterson, D’Arcangelo, Otto Von Schirach, Mount Kimbie and many others…Nell’ultimo anno ho suonato per: Vice party, Ptw school, Flux Fest, Astoria, Leoncavallo Milano, Spazio Concept, Node festival, Stay Calmo party, Reggia di Venaria, Miami Festival, Circolo Magnolia, Meet inTown Festival, Sparta nel Bosco, etc..Curo il progetto Gabber Eleganza sull’estetica rave 90’s e il concetto di folk nella musica dance menzionato da Simon Raynolds e Vice magazine tra i blog più interessanti del 2013.Collaboro per Radiorai2 al programma Babylon condotto da Carlo Pastore con l’omonima rubrica.

arrow

Alessandra Puddu

close

info:

Alessandra Puddu nasce a Cagliari nei mitici anni ’80, di cui subirà gli eccessi multicolor nell’abbigliamento della sua infanzia. Cresce da genitori felicemente divorziati e capisce subito che SailorMoon deve essere aiutata nella battaglia contro i deboli. A 19 anni lascia l’isola alla volta di Parigi, dove impara in fretta che vivere in un garage può essere divertente e che il fumo senza arrosto è ancora più buono. Vive alcuni mesi a Londra, nel 2008 si laurea a Roma in Interpretariato e Traduzione, adotta un cane ed acquisisce conoscenze quasi specialistiche in campo neurologico. Nel frattempo lavora come interprete, traduttrice, bancarellaia di Natale, babysitter, segretaria e donna delle pulizie per i coinquilini. Si fa le ossa per 2 anni presso Cittadinanzattiva Onlus, uno come Redattrice Ufficio Stampa e l’altro come Progettista Europea. 2 Master, il terzo in arrivo. Da grande vuole fare la lanciatrice di coriandoli contro vento; nel frattempo dipinge.

arrow

Alessandro Spinosa

close

info:

Mediterranean Bastard Cocktail. Di origini maltesi e napoletane, nasce a Taranto, cresce a Catania e vive a Roma. Scultore per formazione (si laurea in tecniche della scultura all’accademia di belle arti di catania), durante i primi anni nella capitale si guadagna da vivere come restauratore d’antiquariato e arredatore d’interni, specializzandosi nella lavorazione artistica di marmi antichi e pietre dure. Consegue un Master in Architettura d’Interni e si dedica quindi al Design, collaborando in qualità di progettista e 3D modeller con diversi studi romani. Appassionato di cucina già in tempi non sospetti, ben prima che l’occhio malvagio del big brother entrasse nelle cucine di mezzo mondo, soddisfava i suoi appetiti notturni già in tenera età con discutibili ma appassionate perfomance ai fornelli. Per nove mesi all’anno è impegnato ogni domenica in quell’estenuante lotta contro l’esaurimento nervoso che potremmo riassumere in due parole: Calcio Catania.

arrow

Andrea Pescosolido

close

info:

Andrea è nato a Sora, ha da poco superato il primo quarto di secolo, la maggior parte del quale vissuto in Italia. A diciannove anni Andrea parte con lo zaino in spalla e lascia casa in maniera definitiva. Dopo due anni trascorsi in Centro e Sud America, Andrea si stabilisce a San Francisco, dove inizia a frequentare classi di disegno e a lavorare come cameriere e barista in ristoranti Italiani. Oggi Andrea frequenta la California College of The Arts, una delle più rinomate scuole d’arte degli Stati Uniti e si dedica sopratutto a poster art a tema politico e a storie a fumetti. Il poco tempo libero viene trascorso quasi esclusivamente a girare in moto per la baia di San Francisco.

arrow

Angela Rago

close

info:

concepthinker imagemaker shapemolder

arrow

Antonino Ricci

close

info:

Laureato in Scienze Politiche con la passione per la musica il cibo e il buon vino.

arrow

Giada Vargiu

close

info:

Dopo un master al Gambero Rosso di Roma, esplode la voglia di scrivere e condividere viaggi, esperienze foodie e appuntamenti. Attualmente si occupa di social media, web editing e marketing come consulente nel settore enogastronomico per Food Confidential. Sempre alla ricerca di nuove avventure e nuovi indirizzi da scoprire all’insegna di una sanissima follia per il mondo del vino e del cibo

arrow

Clelia Epifania

close

info:

Clelia Epifania nasce a Taranto, classe 83, ivi cresce affiancando allo studio del violino la formazione classica in materie umanistiche. Giunta a Roma all’età di 17 anni per gli studi accademici, all’età di 22 anni consegue la laurea magistrale in Psicologia Clinica all’università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti. Durante il percorso accademico non viene tralasciato l’ambito artistico che si sviluppa attraverso la conoscenza dei principali software di produzione audio e video. Psicoterapeuta in formazione ad approccio umanistico integrato ed europrogettista dal 2010. Iscritta all’OdPL dal 2008, l’attività della dr.ssa Epifania si esprime inizialmente nel sociale attraverso la collaborazione con diversi municipi della Capitale per i quali si occupa di progettazione in materia di prevenzione del disagio e ricerca/intervento sulla popolazione. La forte spinta all’attivismo la porta all’interno della S.i.p.a.p. per la quale prima come socia e poi in qualità di vice-presidente della sezione Lazio, coordina il progetto MBP nelle edizioni 2009 – 2010 ed il progetto su scala nazionale del 2011. Nel 2009 apre il “Centro di Consulenza Psicologica Malatesta” dove la dr.ssa Epifania svolge attività clinica e di sostegno individuale e di coppia su temi quali: depressione, stress, ansia, attacchi di panico, disagio di coppia e/o relazionali.

arrow

Dino Petraroli

close

info:

Quasi tutti mi chiamano Dino, ho trenta anni e scrivere mi fa bene. Ho studiato per un po’ e ho pure rimediato qualche pezzo di carta. Negli ultimi dieci anni la mia casa è stata tra Napoli, Barcellona e Milano. Lavorare stanca ma in fondo mi piace. Resto un aspirante suonatore di parole.

arrow

Emanuele Rauco

close

info:

Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall’età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem’art Magazine, e per la rivista Cinem’art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L’opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television.

arrow

Fabio Candelori

close

info:

Ingegnere di processi, Dj, critico musicale, video maker e musicista.Classe ’84 nato a Maracaibo (Venezuela), figlio di immigrati italiani del dopoguerra associa la passione per l’ingegneria e la musica portando avanti entrambi con l’intenzione di poter unificarli. L’amore per la musica inizia a fine anni ’80 – inizio anni ’90 ascoltando tutto ciò che potesse essere di suo interesse senza chiudersi in un genere in specifico, in età adolescenziale arriva la prima chitarra per poi fare un salto alla batteria dopo le esperienze vissute in una banda dove suonava il rullante. Ha collaborato con alcune webzine italiane ma l’esperienza più lunga e determinante è stata con la Soundslike di Bruxelles dove si occupava di recensire le ultime uscite discografiche dell’area emergente/indipendente italiana con l’intenzione di promuovere la cultura musicale nostrana contemporanea all’estero e scrivendo anche report di concerti e festival a livello europeo, dopo la chiusura della rinomata webzine belga si dedica a un progetto web radio Creative Commons insieme al Dj Producer polistrumentista Mirko Iobbi (A.k.A MKR) puntando sempre a diffondere le capacità creative di noti artisti emergenti della scena europea. Nel 2010 insieme alla giornalista e conduttrice radio Rachel Pellarini danno vita al collettivo MATB (Mica&TheBastard) con il quale partono dall’idea di attirare l’attenzione di un pubblico ascoltatore più attento alle ricerche musicali e aperto a scoprire nuove sonorità promuovendo la sperimentazione tra generi e suoni che toccano la scena Garage, il Rock Psichedelico, il Post-Punk, la Wave, lo Shoegaze e l’immancabile Noise, senza dimenticare il retrogusto elettronico che li caratterizza, nei loro eventi la musica viene legata alle immagini, ovvero a videoproiezioni autoprodotte, inoltre cercano di coinvolgere l’arte a 360°, per questo spesso oltre al Dj Set si uniscono alle serate degli artisti indipendenti che allestiscono mostre oppure interagiscono dal vivo.

arrow

Flavia Scalambretti

close

info:

Flavia Scalambretti, 23 anni, romana. Laureanda in Scienze della Comunicazione. Fotografa freelance per l’agenzia giornalistica fotografica AGF.

arrow

Francesca Proietto

close

info:

Francesca 33 anni romana d’adozione.Di me dicono che parlo tanto e che ho sempre la risposta pronta. Dopo la laurea in Scienze PoliticoInternazionali, ho capito che la Diplomazia non era il mio forte e mi sono creata il mio piccolo regno lavorativo. Sono una freelance: la mia specializzazione dovrebbe essere il cambiamento (sulla carta sarei un Change Manager), di fatto mi pagano per parlare a del personale annoiato e per trovare soluzioni!Curiosa per noia patologica, vorrei sapere di tutto un po’, ma la mia maleducazione tecnologica, mi rende ancora dipendente dai cari e vecchi libri. Adoro fermarmi a guardare il mondo che si muove intorno a me e di questo cercherò di parlarvi.

arrow

Francesco Pistilli

close

info:

Francesco was born in L’Aquila (1982). He joined TV and film documentary after graduating University. Since 2008 he traveled to Peru, Bolivia, Argentina and Palestine partnering with NGOs as reporter. Francesco received a Masterclass degree in Photojournalism from Contrasto photoagency (2009). Currently he is focusing on reportage and editorial portrait with political content, social and environmental issues. His work has been published on several international and national magazines. He is a regular contributor to WIRED magazine.

arrow

Hopnn

close

info:

HOPNN vive e lavora a Parigi ma è cresciuto artisticamente a Roma dove ha frequentato le bellearti.Street artist romano di adozione ma originario della provincia di Ancona, classe 1981, adora alternarsi tra poster, tele e muri, é cofondatore della galleria d’arte Laszlo biro con cui ha collaborato per due stagioni. Ha esposto a diverse esposizioni collettive ed eventi artistici sui muri romani. Ha partecipato alla manifestazione Strike the Street lo scorso anno, ma è anche illustratore ed ideatore assieme ad altri della rivista “Il Piatto”. HOPNN firma le sue opere a cielo aperto,è l’ideatore di quella formula alfanumerica con cui ha imbrattato i muri e le menti della capitale gloriosa, ovvero +BC = -CO2, un invito più che esplicito ad utilizzare la bicicletta per gli spostamenti. I colori scelti dall’artista per le sue realizzazioni sono per lo più il bianco neutro della tela che fa da sfondo alla scena rappresentata, un terreno fertile su cui far scivolare il colore nero delle sue biciclette e quel tocco di rosso che rende tutto più vivace e lascia un’impronta sulla tela, un suggello dell’artista sulla sua opera.La sua fuga dalla convenzionalità che ostacola il nostro pensare e agire lo rende inquieto e sognatore, Yuri è artigiano della sua fantasia con cui costruisce le sue biciclette e il mondo che gira intorno ad esse, egli fa della sua espressività un connubio di colori e forme che escono fuori dall’apparenza e lanciano un messaggio più che artistico e più che sociale.

arrow

Jannis Genco

close

info:

30 anni, emigrato nel Regno Unito con una laurea in Psicologia Sociale. Un passato di militanza tra le frange più estreme della scena Death Metal materana, un’orecchio sempre puntato verso nuove sonorità elettroniche, ambient, drone ma soprattutto psichedeliche, un’occhio attento a dettagli che pochi vogliono/riescono a vedere. Una valigia sempre mezza disfatta, un viaggio sempre dietro il prossimo angolo. Scrive (per passione e mai per mestiere) di musica, di scienze sociali, di viaggi, di categorie residuali.

arrow

Leonardo Pandolfi

close

info:

Segno,Disegno, non son degno”…. Nato a Catania, romano d’adozione, tossico di fumetto ed animazione.

arrow

Leonardo Vietri

close

info:

Madre brasiliana, padre italiano, cuore statunitense, ubicato dalle parti della San Francisco Bay Area. Come Jonatham Lethem prima di me – rimango folgorato sulla via di Damasco dall’opera del grande Philip K. Dick, a cui dedico una tesi sperimentale (si passa in rapida successione dalla letteratura al cinema, dal fumetto alla musica, dalla videoarte al djing) di laurea quinquennale in Scienze della Comunicazione. Instancabile motore culturale, negli ultimi 15 anni ho partecipato a numerosi Festival e rassegne di cinema, musica e arte emergente collaborando inoltre con alcuni tra i laboratori creativi più interessanti della capitale (Aye Aye – Installazioni Interattive e Laboratorio Linfa) e con associazioni culturali impegnate a migliorare il mondo (Ecologia In Viaggio Onlus su tutte). Appassionato di giornalismo ho scritto di musica, cinema, libri, fumetti e stili underground per molte testate e fanzine tra cui Fucine Mute, Satyrnet, Nerdsattack, Wings of Magic, Vintage!, Zero6, LeCool Roma. Al momento mi occupo di Marketing e Comunicazione aziendale e suono l’ukulele per puro divertimento. Ah, essendo nato a Rio de Janeiro, sono “carioca da gema”!

arrow

Lev Nikodev

close

info:

Lev Nikodev nasce da solo, nel 1885, avvolto in uno spesso bozzolo di grasso di foca sintetizzato, in una calda mattinata invernale, nella vuota periferia di Bratsk. Vaga per quattro giorni in direzione nord grazie al bozzolo termico che lo avvolge, dello spessore di 30 cm e dotato di sistema di propulsione e direziona mento a pensiero, finché trova rifugio e famiglia 18 km a sud di Bratsk. Qui cresce fino ai 19 anni, quando resosi conto che il tempo in cui vive non gli si addice, decide di entrare in standby per 100 anni.Si sveglia nel 2004, si sgranchisce un po’ le gambe correndo dalla Russia all’Italia, e qui inizia a scrivere. Attualmente sta ancora scrivendo.

arrow

Luca Colafrancesco

close

info:

Luca Colafrancesco nasce a Sora nel 1984, giusto 755 anni prima la città era stata distrutta e poi ricostruita da Federico II di Svevia. Stranamente Luca non trova macerie. Sopravvissuto in modo così spericolato a una tragedia postuma ora fa l’animatore, scrive cose, vede gente e, soprattutto, alleva Jack Russell.

arrow

Luca Di Russo

close

info:

Sono un Biologo nutrizionista e life coach nutrizionale e svolgo la libera professione presso diversi studi a Roma. Mi occupo di alimentazione a 360 gradi insegnando ad essere il nutrizionista di sé stesso. Il cervello è plastico, il cambiamento è possibile quindi vedi di posare quel cornetto! Mi trovate anche su facebook alla pagina nutriblog e su www.nutriblog.it

arrow

Luca La Morgia

close

info:

Luca La Morgia, giovane diplomando in ingegneria del suono, si occupa di registrazioni in studio, mixaggio e mastering. Grande appassionato di musica, da qualche anno si è anche buttato nella produzione di musica elettronica.

arrow

Malì Erotico

close

info:

Malì Serena Aurora Erotico was born in Tuscany and raised in Bologna, Paris, Montpellier and Sao Paulo.Currently Mali has been working with international musicians and artists to best individually express their passions and personality. Her pics have been used for cd covers, internet sites, promo, published on many magazines.Mali carefully observes the surrounding world, traveling curiously, always stopping to study the human nature in all its shadings. Humans are her favourite subject, their faces are like wasted artworks that she eternalizes in the moment they cross her way. All the human complexity with its sadness, happiness, loneliness, intelligence, ignorance and eccentricity are part of her images and tell stories. While traveling, she wish to pick up all the differences among cultures and traditions, inciting people to think.

arrow

Marco Danzi

close

info:

Marco Danzi aka Nano Danzi, nasce e abita a Torino dal 07 gennaio del 1986. Diplomato in telecomunicazione, elettronica ed informatica industriale. Laureando in Marketing e Brand management, allo IED Torino. Si occupa di comunicazione online e offline presso Club to Club Festival e collettivo Srsly*. Sta sui pezzi: social network, social media, videogames, musica, bizzarrie, mode & tendenze. E’ un pensatore: determinato, semplice, folle, estroverso; prolisso al lavoro in team. Ha deciso di entrare a far parte di Improvearts per condividere l’immaginario reale.

arrow

Matteo Davide

close

info:

Matteo Davide è attore, regista e drammaturgo. Laureato in Letterature Moderne presso l’Università La Sapienza di Roma. Si forma con Luca Pizzurro, partecipa poi a diversi seminari e stage sul lavoro dell’attore e la scrittura scenica con registi e autori quali Pippo Delbono, Armando Punzo, Fabrizio Arcuri, Ascanio Celestini, Giancarlo Sepe e Giuseppe Argirò. Come attore lavora con le compagnie “Semintesta_Teatro” e “OlivieriRavelli_Teatro”.Ha lavorato nella fiction televisiva “Baciati dall’amore” di C. Norza e nella web serie “Next stop”di R. Maggi e D. Vittori, regia di Paolo Modugno (premio visual effect Los Angeles Web Film Festival 2013, selezione Roma Fiction Fest 2012). Scrive e dirige gli spettacoli “The John Fante Experience”, “Occhio pigro. Voglia di show” selezione Argot Off 2012, “Traffico” spettacolo semifinalista al premio Scenario 2009, “Per mia grandissima colpa”. Dal 2005 fa parte della direzione artistica del Festival Frammenti e del Festival Frammenti Teatro. Sempre dal 2005 lavora presso l’associazione culturale Semintesta in qualità di organizzatore eventi e responsabile della comunicazione. Ultimamente, insieme ad altri soci della Cantina Biasta è impegnato nella produzione del vino “Generoso” realizzato secondo un metodo artigianale che rispetti il processo naturale del vino. Ogni tanto, ma con poca frequenza, prova a cucinare il pane fatto in casa. Tifa Napoli senza remore e senza limiti e quando può ascolta a volume indecente i Clash e gli Smiths.

arrow

Matteo Di Basilio

close

info:

Semplicemente DiBBa per gli amici, conduce un percorso formativo a Roma in Project Management presso la facoltà di architettura “Valle Giulia”, La Sapienza. Collabora con lo studio “Centurani” e partecipa a vari concorsi internazionali nell’ambito dell’architettura e del design, coltivando l’interesse per la grafica e la progettazione multimediale. Tra le sue passioni: la buona musica, in tutte le sue forme e generi, l’arte “underground” contemporanea, la sostenibilità architettonica e la correlazione che può sussistere tra di loro.

arrow

Melania Perciballi

close

info:

Melania nasce a Frosinone nel 1986. Si laurea in Scienze Politiche a Roma e in Geopolitica a Parigi, specializzandosi in geopolitica delle migrazioni. Ha il pallino per la scrittura fin da piccola e, dopo un breve corso di giornalismo, si illude che quella possa essere la sua strada. A Roma e a Parigi scrive di attualità internazionale per giornali, giornaletti, siti di informazione e sedicenti tali. Attualmente scrive resoconti politici per guadagnarsi da vivere, e di tematiche green sul suo blog per mantenersi viva.Si interessa a tutto ciò che riguarda l’ambiente, l’agricoltura sostenibile, la difesa del territorio, l’economia solidale, l’ecocosmesi, il riciclo creativo e l’alimentazione vegetariana.Schifata dal mondo industriale e post-industriale, alterna momenti in cui spera nella decrescita felice ad altri in cui invoca l’estinzione della razza umana. Nella prossima vita vorrebbe rinascere gatto, per passare le sue giornate a rotolarsi sui prati.

arrow

Moniker

close

info:

Appassionato di underground culture, si nasconde dietro un Alter Ego al fine di spacciare la cura per la noia, attraverso l’interesse per le realtà emergenti.

arrow

Ofelia Colaci

close

info:

C’era una volta, e c’è ancora, una ragazza che come me amava i Beatles e i Rolling Stones, anche se i secondi un po’ meno, che aveva sentito molte ballate, quella di Tom Dooley, quella di Davy Crocket, e sarebbe piaciuto anche a lei scriverne una così, ma invece niente, ha iniziato a scrivere articoli per una rivista online di nome la nostra Web.tv, il suo nome è Colaci Ofelia, 23 anni celibe. Il cartone “é quasi magia Johnny” le fa da musa, e nasce il suo rapporto con il sax, ma, la bravura di Coltrane le sembra limitante ed abbandona tutto. Spazzato via ogni sogno e con l’intento di diventare un manager, si iscrive ad Economia Aziendale, e per ovviare alla noia dei suoi studi, inizia a scrivere recensioni musicali per la rivista CoolClub, il tutto intervallato da un anno vissuto in Spagna.Si ringraziano Giorgio Gaber, Gianni Morandi e GTO per l’ispirazione.

arrow

Roberto Ingrosso

close

info:

Roberto Ingrosso, in arte Johnny Cicala, è uno sviluppatore Android per lavoro, un matematico per formazione ed un videogiocatore per natura. Tra la creazione di un’app e l’altra, continua a seguire l’evoluzione del mondo videoludico destreggiandosi tra le saghe storiche e la nuova scena indipendente.

arrow

Rosamaria Faralli

close

info:

Nasce a Napoli nel 1984, si laurea in Architettura UE presso l’Università di Roma “La Sapienza”, nel Marzo 2012, e ha frequentato corsi di modellazione e rendering avanzato all’università privata “Quasar” di Roma. Inoltre, nel 2009, ha partecipato alla “Roma Summer School on Urban Design”.Da maggio 2012 entra a far parte di nITro group (New Information Technology Research Office) prendendo parte a varie iniziative come il ” SicilyLab”; la rivista online di architettura “On/Off Magazine” e ad altre iniziative ancora in fase di costruzione. Sempre nel 2012 ha frequentato il corso di “coordinatore della sicurezza sui cantieri” presso la facoltà di Ingegneria de “la Sapienza”. Attualmente collabora con lo studio di architettura e urbanistica “Coffice”. Coltiva autonomamente la sua passione per la fotografia che l’ha portata ad esporre in vari locali di Roma, a collaborare con la società “il milione” per la realizzazione di applicazioni per cellulari riguardanti guide turistiche di Roma e a collaborare con la rivista online “L’infiltrato”.

arrow

Rossella Rago

close

info:

Rossella Rago, classe 1980. Assistente sociale e Mediatore Familiare, mi occupo di disabilità e salute mentale presso l’Istituzione per il Sociale di un Ente Pubblico in Provincia di Roma.

arrow

Sara Colafrancesco

close

info:

Sara Colafrancesco studia all’Accademia di Belle Arti di Torino, è al primo anno del biennio Comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo. Prima ha conseguito la laurea all’Università di Tor Vergata in Scienze dei beni culturali con indirizzo storico-artistico. Tra ottobre 2010 e maggio 2011 ha partecipato a uno stage al Circolo degli artisti a Roma, le mansioni riguardavano l’organizzazione e l’allestimento di mostre.

arrow

Simona Mizzoni

close

info:

Simona, anni 32, architetto fulltime e fotografa a tempo perso. Nel 2008 ho scritto un saggio in estetica dell’architettura intitolato “Il peso come pensiero. Gravità e Architettura”, attualmente disponibile presso il Politecnico di Bari, Fondo F.Moschini, Archivio AAM per le Arti le Scienze e l’Architettura. Ho scritto articoli per riviste d’architettura, ho fatto foto per vari cantanti, collaboro dal 2009 con la compagnia teatrale “Voci nel Deserto” per la quale faccio foto di scena e backstage.Le mie foto sono state pubblicate sul Corriere della Sera, La Repubblica, Left, L’Espresso, Metro Roma e infine un port-folio su Fotografare.

arrow

Studio Paralisi

close

info:

Dopo una breve ma intensa carriera tra le fila dei Gesuiti, le giovani promesse Piero Alì e Christian Paris decidono di abbandonare la carriera sportiva per indirizzarsi verso quella artistica debuttando con lo spettacolo “Avevo detto se prima potevate avvertire nel caso poi avrei deciso io di conseguenza, e comunque bastava anche un colpo di telefono!”, nella quale interpretano rispettivamente il ruolo di “Commodoro Arnold” (già interpretato in passato da Luchino Visconti) e “il conte Clito d’Orleans” (personaggio lungamente discusso dalla critica a causa dei suoi modi troppo ortodossi). Raggiunta la popolarità a livello intercontinentale, il successo inizia a pesare sulle spalle dei due che così decidono di recarsi in Alsazia, dove sposeranno la rinomata acconciatrice di burattini Gennara Saltimbacco, e la strepitosa riparatrice di ostriche Nera D’Asola. Dopo circa 15 anni di buio mediatico, il Duo ha una visione mistica nei pressi del monte Ozpetek, nella quale Adriano Celentano sprona gli artisti a tornare sulla cresta dell’onda mostrando loro un arazzo raffigurante la madonna di Pompei che li solleva entrambi per le rispettive collottole. E’ proprio questo a spingere i due verso nuovi orizzonti artistici, e dopo 6 settimane di riflessione catatonica sull’accaduto le loro menti partoriscono all’unisono il concetto di “STUDIO PARALISI” che li catapulterà nuovamente nel panorama artistico mondiale, generando accesissime discussioni con Sai Baba in merito alla versione teocentrica e teocratica di quest’ultimo nei confronti del taglio di capelli adottato dagli artisti.La notizia fa il giro del mondo e in un batter d’occhio le opere dello studio in questione vengono pubblicate su tutte le copertine del Times, compresi i numeri della rivista stampati in precedenza all’evento. Questo provoca un ulteriore malcontento da parte di coloro che , visti i loro volti sostituiti dalle opere dell’ormai acclamato “STUDIO PARALISI”, decidono, guidati dal Re di Napoli, di assassinare entrambi gli artisti durante una cena organizzata in loro onore al Madison Square Garden di Vetralla. In seguito alla morte prematura dei due, avvenuta secondo il coroner vetrallese per “mancanza di vita all’interno dei corpi” la comunità Hippy di San Diego decide di organizzare un pellegrinaggio in Alsazia, e dopo aver conosciuto le vedove degli artisti, recupera grazie a queste ultime, decine di migliaia di opere inedite firmate “STUDIO PARALISI”. Nonostante la fortissime lamentele al riguardo da parte del suddetto Sai Baba, che alla scoperta della notizia scrive su repubblica un articolo nel quale istiga alla violenza le masse contro la comunità hippy, il folto gruppo di drogati spedisce le opere in toto allo staff di improvearts con la sicurezza che tali cimeli saranno divulgati nelle maniere migliori in tutta la comunità web e non solo, allo scopo di rendere il mondo ancora una volta partecipe dell’arte inutilmente straordinaria lasciataci in dono da “STUDIO PARALISI”.

arrow

Tiziana Foggetta

close

info:

Tiziana infatuated with alternative personalities, human interactions and quirky behaviors, she is mostly intrigued about the “behind the scenes”. Since 2011, she has been learning circus arts at the circus Les Noctambules in Paris, her circus-base. Since, she finds a circus school in every place she lives in or visit. She has focused her studies on cultural mediation and tourism management. Her interest in circus practice but also research about street and circus arts brought her to join the French SEA Europe sociologist and anthropologist organization last February 2013. She has been developing with them a research-action project where to call out the entire European circus network.

arrow

Tiziano Russo

close

info:

Tiziano Russo è nato a Nardò (Le), nel 1985. Studia cinema a “La Sapienza” di Roma. Nel 2008 è assistente alla regia del film Una notte blu cobalto, uscito nelle sale nel giugno 2010, con Alessandro Haber,Corrado Fortuna e Regina Orioli, musiche di Giuliano Sangiorgi. Realizza in co-regia con Giuliano Sangiorgi il video Un passo indietro dei Negramaro nel 2008. Successivamente, sempre per la band salentina, dirige lo spot “via le mani dagli occhi, giù le mani dal darfur”, gli extra “Dvd live San Siro” e il “docu European Tour”. Molti sono gli artisti per i quali dirige videoclip, “Negramaro, LeMani, Daniele Magro, Antonio Diodato, Le Carte, Michelangelo Buonarroti, LaVis , Pensierinvolgare” e altri. Sempre nello stesso anno è regista e sceneggiatore del corto “Le tegole sul cielo” con Corrado Fortuna, premiato con una menzione speciale dall’Istituto Roberto Rossellini. Nell’ottobre 2009 è finalista al PREMIO VIDEOCLIP ITALIANO con il videoclip “Tutto intorno intorno a me” dei “Pensierinvolgare”. Nel dicembre 2009 è regista della sit-com “Felici & Contenti”, con Francesco Montanari e Alessandro Bardani dalla prima settimana di ottobre in esclusiva per un mese su REPUBBLICA.IT. E’ in produzione il primo documentario ambientato tra Africa, Sardegna e Salento, con le musiche di Raffaele Casarano. Nel 2011 il videoclip “I Wanna” dei The Metropolitans è finalista al P.I.V.I. e al P.V.I e vince al festival Taglia Corti di Trieste come miglior videoclip italiano, ottenendo critiche positive soprattutto per l’originalità dell’idea e della realizzazione. Nel 2012 continua la collaborazione con i Negramaro, realizzando “Londra brucia” “Outro Londra brucia” “Apollo 11” e l’ultimo “Ti è mai successo?”. Nel 2013 gira “Una storia semplice” per Negramaro e “In un campo di ortiche” per Le Mani.

arrow

Valentina Chianese

close

info:

Mi chiamo Valentina Chianese e ho, momentaneamente, 32 anni. Vivo in Molise, dove sono cresciuta, ma ho origini campane. Mi sono laureata in filosofia, con grandi aspettative e risultati fiacchi, e a tempo perso in scienze politiche, con nessun impegno e risultati migliori. Adoro il cinema, la filosofia, la campagna, i gatti (non necessariamente i miei), mangiare e bere ma non è che la musica mi fa schifo. Sono relativista su valori che si approssimano al 100% e sono affamata di complottismo, mi viene spontaneo prendere tutto poco sul serio, comprese la vita e la morte, ma posso diventare feroce quando si tratta dell’AS Roma, che ritengo rappresenti l’ultimo sacro baluardo umano senza il quale dovremmo per dignità estinguerci e lasciare il mondo, appunto, ai felini. Sergio Leone, Nietzsche, Castoriadis, Freud e gli Slayer sono le mie icone di riferimento e spero lo diventino un giorno anche per voi. O anche no.

arrow

Valentina Vagnoni

close

info:

“Rigurgitate le porcherie sociali acquisite”

arrow

Mirko Maccarronello

close

info:

Nato a Catania ventordici anni fa, dove nel 2013 si laurea in Ingegneria Edile-Architettura con una tesi in Tecnica Urbanistica ma sogna di fare il contadino. Non va d’amore e d’accordo con i suoi colleghi professionisti preferendo decisamente la natura selvaggia ed i paesaggi incontaminati alle grandi metropoli e alle torri di cemento. Crede che l’unico modo per cui valga veramente la pena spendere un euro sia viaggiare, avendo anche trascorso durante la sua carriera universitaria due anni all’estero, in Spagna ed in Argentina. È al momento disoccupato ma riempie le sue giornate con attività di volontariato e militanza presso gli spazi occupati del Centro Iqbal Masih e del Campo San Teodoro Liberato a Librino, quartiere popolare alla periferia della sua città.

arrow

Francesca Fini

close

info:

Francesca Fini si occupa di mixed media, video e performance. I suoi progetti affrontano quasi sempre tematiche legate alla femminilità o dalla forte componente sociale e politica “mettendo in scena un corpo amplificato dalla tecnologia che però mantiene intatta la sua natura animale e biologica” (Alessio Galbiati/Rapporto Confidenziale). Nelle sue performance e nei video lavora spesso con tecnologie lo-fi, dispositivi di interaction design fatti in casa, audio e video generati dal vivo, hackerando e manipolando oggetti di uso quotidiano: telecamere di sorveglianza, wiimote, webcam, elettrodi terapeutici, utilizzati per esplorare la realtà nelle sue manifestazioni più inquietanti e trovarne il risvolto ironico. “La tecnologia é una cosa interessante, ma invece di chiamarti sullo smartphone preferisco farti contorcere lo stomaco parlandoti con i bicchieri di plastica collegati con lo spago”.Nel dicembre 2012 è stata invitata a partecipare alla prima “Venice International Performance Art Week”, curata da VestAndPage, insieme ad artisti come Yoko Ono, Jan Fabre, Valie Export, Boris Nieslony ed Hermann Nitsch. Ha recentemente vinto la “Fonlad Performance Art Residency” per preparare una nuova performance a Coimbra, in Portogallo, con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura. Espone il suo lavoro in gallerie e musei di tutto il mondo.

arrow

Angela Volpe

close

info:

Angela nasce il 10 Ottobre 1986 a Cassino. Di origine molisana, si trasferisce a Venezia per frequentare l’Università Ca’ Foscari. Si laurea in Lettere Classiche nel Marzo 2013. Da qualche anno prende parte all’organizzazione dell’Eddie Lang Jazz Festival. Adora scrivere, leggere classici, ascoltare musica, disegnare. Ama la moda come forma di espressione, cultura e leggerezza. Eclettica, ironica, ma un pò indecisa. Vede in Improvearts una bella opportunità.

arrow

P Ray

close

info:

P Raj, musicista bresciano per hobby, dopo anni di studi, jam sessions, prove e concerti sottopagati (o non pagati), decide di affiancare all’attività di batterista live anche la produzione di brani musicali.

arrow

Eleonora De Longis

close

info:

Nasce romanista a Roma nell’87. Dopo una sfolgorante carriera nelle elementari della mitica scuola Franesco Crispi e un traumatico passaggio alle medie, con il liceo finalmente comincia a fare teatro. Frequenta l’accademia teatrale Permis de Conduire per tre anni dal 2003 al 2006; sempre nel 2006 entra alla Paolo Grassi di Milano (abbandonata poi per “incompatibilità morali”) e dal 2009 calca i palcoscenici con la compagnia teatrale “Satiro Danzante”. Ha due gatti, Nefertiti e Martini Dry, e due lauree, triennale in Lettere classiche e magistrale in Filologia, Letterature e Storia del mondo antico.

arrow

Progetto: CaniNeri

close

info:

Il progetto:Cani Neri nasce nel 2012 come gruppo musicale, dalle sonorità hardrock. E’ composto da Dean (Chitarra/Voce) Mike(Batteria) e Steve(Basso). Parallelamente alla produzione musicale, il gruppo si dedica alla realizzazione di cortometraggi e di una serie web, attualmente in fase di (ri)scrittura. I protagonisti dei video realizzati sono gli stessi componenti del gruppo. Cinici,violenti e facilmente irritabili,combattono,per così dire,le loro piccole battaglie. Le stesse che raccontano all’interno dei loro testi musicali.

arrow

BlueBerry

close

info:

Sono nata nel 1990, nel posto sbagliato e nell’epoca sbagliata.






.


One Response to People

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑