music LSWHR_NOWHERE_circolo degli artisti

Published on maggio 19th, 2014 | by improvearts

0

IL NON-LUOGO DELL’ALTROVE
(Nowhere by Lswhr)

LSWHR, il progetto audiovisivo più sperimentale dell’anno, almeno per quanto concerne Roma, ha azzardato una formula molto sperimentale anche per il proprio festival: one day, infrasettimanale, dalle 19 alle 04.00, con un programma perfettamente in linea con quella che è stata la cifra stilistica di tutto l’anno. Mai un nome solo per riempire il dancefloor estatico, ma sempre tanti nomi che garantissero una qualità assoluta ed un continuum artistico incorruttibile.

Il Circolo degli Artisti abituale non-luogo dell’altrove.

LSWHR_NOWHERE_circolo degli artisti

Ore 19.30, si arriva presto per non mancare il primo live, quello dei Lunar Lodge, ma prontamente si apprende, non senza una nota di amarezza, che le attività pomeridiane sono state tagliate, così quello che doveva essere il primo interessante act, diventa uno stanco accompagnamento di sottofondo ai primi drink, con visibile delusione sul volto della metà del duo che si è ritrovata in consolle… Ma è stato un problema legato alla location ed i ragazzi dell’organizzazione hanno potuto ben poco, se non apprendere la notizia ed “aggiustare” la situazione.

Pian piano l’affluenza del pubblico migliora e ci si sposta all’interno.

Rawmance inizia a scaldare i motori della serata col suo dj set, mai banale, non sempre precisissimo, ma nel complesso gradevole e ricco di spunti stilistici particolari, come al solito.

Di seguito è la volta dei due rappresentanti della berlinese Pan record che si alternano sulle due consolle allestite, la principale tocca a Bill Kouligas (founder della Pan) che snocciola con naturale padronanza le sue complesse avanguardie elettroniche; Lee Gamble dopo un intro industrial dark ambient cede il passo a beat più profondi e ritmati e la mancanza inizia a tramutarsi in movimento…

Ed ecco la grand ouverture, il centro della festa, quello che poi un po’ tutti, neanche troppo velatamente, aspettavano… D’un tratto la sala si riempie, il vociare si alza, i drink si moltiplicano, il buio si fa più buio e ci avvolge. E’ lo sciamano Sam (Shackleton n.d.r.) che comincia lievemente a ciondolare la testa a ritmo delle sue maracas, per aprire delicatamente le porte della percezione e guidarci attraverso il suo rito. Una pioggia di suoni battente che stordisce, ci priva dell’equilibrio, la terra sotto i piedi svanisce e l’unico modo per non cadere è inseguire le sue oscillazioni fluttuanti.

Senza neanche rendercene conto siamo diventati marionette nelle mani del sapiente stregone burattinaio… come solo i più grandi sanno fare.

A Morphosis il compito di riportarci sani e salvi su lidi più sicuri, dove ritrovare le nostre certezze, il controllo e la terra sotto i piedi, per non restare smarriti in quel viaggio senza movimento verso quell’altrove, che pian piano, stiamo imparando a conoscere.

NOWHERE consolida LSWHR come una realtà già forte, nonostante la freschezza del progetto, nel panorama electro più sperimentale della capitale e finanche nazionale.

A controprova di ciò, già un altro super evento alle porte: Lswhr presenterà il live di Actress sabato 24 maggio, durante il programma diurno dello Spring Attitude Festival presso il MACRO Testaccio – La Pelanda, ore 19.30!

LSWHR_actress

Mattia De Paulis

.

[music_40#216]

.






.


About the Author

improvearts

Redazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑